Il mercato veterinario ha individuato una guardia davanti al computer: l’economia

La pandemia e le relative restrizioni sociali hanno cambiato completamente il concetto di convivenza sociale. Abbiamo iniziato come un ibrido, il telelavoro e questioni delicate come la protezione della salute umana sono emerse nelle consultazioni telefoniche e online. La tendenza all’informatizzazione non è stata contrastata nemmeno dall’industria veterinaria, per cui sono stati visti alla luce diversi progetti online rivolti ai proprietari di animali domestici. Il mercato polacco vale 2,2 miliardi di PLN[1] aperto al cliente davanti al computer.

Nei primi giorni della pandemia, i veterinari hanno registrato fino al 40% a causa della paura o della quarantena della malattia. meno pazienti. Allo stesso tempo, a causa della diffusa solitudine causata dall’isolamento, sempre più persone hanno deciso di acquistare o adottare un nuovo animale.[2]. Impatto – Google ha riscontrato un crescente interesse per la categoria “veterinario” durante la pandemia[3] nel tuo motore di ricerca. Il mercato veterinario ha riconosciuto questa nicchia e ha iniziato a soddisfare la domanda generata dai propri clienti. E questo nonostante la chiara opposizione dell’Ufficio di presidenza del Consiglio veterinario e veterinario, che a marzo 2020 ha riconosciuto inequivocabilmente l’impossibilità di fornire servizi veterinari via Internet.[4]. L’interesse non sorprende in quanto il mercato veterinario è in continua crescita. Si stima che nel 2021 valga più di 550 milioni di dollari, ovvero più di 2,2 miliardi di PLN.

– La pandemia ha costretto il nostro isolamento sociale nelle nostre vite sempre di più su Internet. Oltre al telelavoro, agli acquisti online e a tutti i tipi di consulenza sanitaria per noi stessi e i nostri animali domestici, abbiamo iniziato a guardare Internet. È diventato necessario e conveniente. Certo, una consulenza online non sostituisce mai una visita in studio, ma si è scoperto che in molti casi il parere o la raccomandazione di un nutrizionista, terapista comportamentale di eseguire i test riportati può essere il primo passo sufficiente per aiutarci. animale domestico – afferma Marcin Maciąg, CEO di Pets Diag. Il laboratorio esegue un test EHAA sul pelo di cane o cavallo inviato, che indica la concentrazione di micro e macronutrienti ed elementi tossici nel corpo dell’animale. Il test può mostrare carenze e rapporti elementari sfavorevoli nel corpo che porterebbero a numerosi disturbi e malattie in un breve periodo di tempo. Otteniamo il risultato online, dopodiché trattiamo con un nutrizionista animale.

Telepati veterinari: una pandemia … o una tendenza dall’Occidente?

FirstVet o PetCoach sono servizi di telecomunicazioni veterinaria stranieri che erano molto popolari anche prima della pandemia. Certo, la tendenza sarebbe arrivata anche per noi, ma la pandemia è stata il catalizzatore che ha accelerato il processo. PetHelp, una nota piattaforma online per visite veterinarie in loco in risposta ai problemi di isolamento che colpiscono i detentori di animali domestici, ha lanciato un servizio veterinario remoto online con il proprio pannello clienti, una struttura di prenotazione online e l’accesso alla cronologia delle visite. L’implementazione del servizio si spiega con la necessità di contattare tempestivamente i sintomi del caregiver, di non sottovalutarli, e di rinunciare all’idea di cercare informazioni su Internet da soli. Allo stesso tempo, sottolinea onestamente che consente solo la consultazione con uno specialista e la salute effettiva del paziente viene valutata da un veterinario durante una visita in clinica. I servizi godono costantemente dell’interesse infinito dei custodi. E questa non è la fine delle start-up IT. Nell’autunno del 2021 è stata lanciata la piattaforma online gratuita PetMeteo nell’ambito del progetto Protect Our Future Too, un progetto lanciato a livello internazionale da MSD Animal Health. Il sito contiene suggerimenti per i proprietari di animali domestici in merito alle condizioni meteorologiche in un luogo particolare e ai loro effetti sulla salute. Contrariamente a quanto sembra essere la gamma di consigli è molto ampia, dall’effetto del tempo sul benessere dell’animale, all’operazione dei parassiti in un determinato periodo dell’anno per un corretto trattamento a temperature estreme.

Via Internet, cioè a livello internazionale

I servizi online non sono consapevoli delle barriere geografiche. L’ampia globalizzazione e l’appartenenza al mercato globale hanno innescato la trasformazione dei servizi del mercato locale in vendite internazionali, che sono aumentate in termini di dimensione di rete in tutti i settori, compresa la categoria dei prodotti animali.[5]. Per gli imprenditori polacchi, anche nel campo della diagnostica veterinaria, ciò si riflette facilmente nella copertura, nella crescita del gruppo target e quindi anche nei profitti. L’universalità simultanea di telelavoro, teleconferenza e la percezione generale che queste condizioni non influissero negativamente sulla qualità del servizio hanno creato compassione e comprensione per la pratica di fornire e consultare servizi “a distanza”.

– Fin dall’inizio dei test sugli animali di laboratorio e EHAA, puntiamo a un cliente internazionale fin dall’inizio. D’altra parte, la specificità del nostro business basato sulla comunicazione online ci ha guidato ad andare oltre i confini del Paese. D’altra parte, il nostro destinatario è un badante esigente che presta maggiore attenzione alla prevenzione e all’alimentazione animale, per cui la qualità è fondamentale. Ecco perché abbiamo uffici in molti paesi che lavorano con esperti statunitensi che consultano i risultati dei nostri clienti da Dubai o dall’Australia. E l’unica sfida è conciliare le differenze di orario durante la consultazione – sottolinea Marcin Maciąg di Pets Diag.

I servizi ICT durano più a lungo

Tutte le indicazioni sono che la tendenza all’informatizzazione non scomparirà dal mercato dei servizi veterinari. Comodità, velocità, ma anche l’uso generale di Internet dal lavoro alla vita privata rendono l’argomento più comune. Sfortunatamente, questo fenomeno ha due facce della medaglia. Quando diventa naturale per il conduttore di animali, diventa una necessità per il successo commerciale delle aziende del settore. Inoltre, tra le otto tendenze che influiscono sul futuro della cura degli animali[6] ne vengono contrassegnati due direttamente correlati all’ambiente digitale. Il primo è il passaggio all’e-commerce. Il secondo è che le persone si stanno muovendo verso modi intelligenti per gestire diversi aspetti della loro vita, compresa la cura degli animali domestici, utilizzando la tecnologia digitale basata su big data, intelligenza artificiale e intelligenza proattiva.


[1] https://www.statista.com/forecasts/394994/veterinary-activities-revenue-in-poland

[2] 7 effetti non evidenti dell’epidemia, https://heritagere.pl/7-nieoczywistych-efektow-epidemii/

[3] https://trends.google.com/trends/explore?geo=PL&q=%2Fm%2F01hbsc

[4] Posizione della presidenza nordcoreana il 31 marzo 2020, https://www.vetpol.org.pl/images/DOC001.PDF

[5] https://www.dlahandlu.pl/e-commerce/wiadomosci/internetowa- Sprzedaż-Artykulow-dla-zwierzat-rosnie-o-kilkadziesiat-proc- Rocznie, 101010.html

[6] https://hurtidetal.pl/article/art_id,33849-101/raport-purina-w-spoleczenstwa-prezentuje-8-trendow-ktore-beda-ksztaltowac-przyszlosc-rynku-produktow-dla-zwierzat/

Newser non è responsabile del contenuto dell'”Ufficio Stampa” e di altro materiale (es. infografiche, fotografie) creato da utenti registrati come agenzie di pubbliche relazioni, aziende o agenzie governative.

Leave a Comment