# Grafico del giorno: diviso per aumentare le azioni Amazon


parkiet.com

Amazon ha annunciato mercoledì che il suo consiglio di amministrazione aveva approvato una divisione 20:1 delle azioni del gigante dell’e-commerce e approvato un piano di riacquisto da 10 miliardi di dollari, un aumento del 7% delle azioni della società. nel commercio esteso.

Questa è la prima divisione di azioni di Amazon dal 1999 e fornirà agli investitori 19 azioni aggiuntive per ogni azione che detengono. Le negoziazioni in base al nuovo prezzo delle azioni inizieranno il 6.6. In precedenza, Amazon ha distribuito le sue azioni tre volte in meno di 2,5 anni dall’IPO del 1997.

Se gli azionisti di Amazon approveranno la divisione, la divisione 20-1 delle azioni abbasserà drasticamente il prezzo delle azioni notoriamente alto del gigante tecnologico. Oggi, un’azione Amazon costa circa $ 3.000. Se gli azionisti della società approvassero la scissione, il prezzo scenderebbe a circa 150 dollari per azione. Ciò dovrebbe incoraggiare nuovi investitori privati ​​e forse anche assicurarsi un posto nel Dow Jones Industrial Average.

L’aggiunta di azioni costose al Dow è problematica perché l’indice è ponderato in base al prezzo: lo stesso movimento percentuale è più importante per un’azione ad alto prezzo che per un’azione a basso prezzo. Quindi 1 per cento. La mossa di UnitedHealth, che ha scambiato $ 486, la maggior parte di Dow, è quasi tre volte più pesante nell’indice rispetto a un trasferimento azionario simile di Apple, terminato mercoledì a $ 163.

L’aggiunta di azioni con un prezzo nell’intervallo di quattro cifre darebbe immediatamente alla società il peso più importante nell’indice e né Amazon né Alphabet sono attualmente inclusi nell’indice. Le differenze possono cambiare le cose.

Vale anche la pena ricordare che le modifiche all’inventario per i componenti Dow sono rare, l’ultima nell’agosto 2020, quando Amgen, Honeywell e Salesforce.com sono stati aggiunti all’indice, in sostituzione di Exxon Mobil, Pfizer e Raytheon.

Il valore delle azioni di Amazon, che mercoledì ha chiuso a $ 2.785,58, è quasi raddoppiato negli ultimi due anni poiché la domanda di servizi di e-commerce e cloud è cresciuta a causa della pandemia di COVID-19.

Autopromozione


Opportunità unica

Accesso annuale ai contenuti parkiet.com a metà prezzo

ACQUISTA ORA


“Questa divisione offre ai nostri dipendenti una maggiore flessibilità per gestire il proprio capitale in Amazon e rende il prezzo delle azioni più accessibile alle persone che vogliono investire nell’azienda”, ha affermato un portavoce di Amazon.

Il riacquisto di azioni sostituisce il precedente riacquisto di azioni da $ 5 miliardi di Amazon autorizzato dal Consiglio di amministrazione del 2016, in cui la società ha riacquistato la sua quota di $ 2,12 miliardi.

Dopo che le azioni sono scese di circa il 16%. A seguito del crollo tecnologico di quest’anno, la capitalizzazione di mercato dell’azienda è stata di circa 1,4 trilioni di dollari dalla precedente chiusura.

Perché le aziende si dividono le azioni? La condivisione di azioni è principalmente uno strumento di marketing progettato per rendere le azioni costose più attraenti per gli investitori privati ​​che potrebbero prendere in considerazione l’acquisto di loro. Può anche deliziare gli investitori esistenti moltiplicando il numero di azioni che detengono.

Il boom della vendita al dettaglio della pandemia economica, innescato da contratti gratuiti in grandi concessionarie e applicazioni come Robinhood, ha spinto alcune delle più grandi società tecnologiche quotate in borsa negli ultimi anni a effettuare frazionamenti azionari. Apple e Tesla hanno condiviso 4-1 e Tesla 5-1 lo stesso giorno nell’agosto 2020. Il produttore di grafica Nvidia ha condiviso 4-1 nel luglio 2021.

La divisione 20-1 di Amazon, sebbene significativa, non ha precedenti. Il gigante della ricerca su Internet e della pubblicità Alphabet, la società madre di Google, ha proposto una divisione 20-1 il mese scorso. Il prezzo delle sue azioni era di circa $ 2.600 il 9 marzo. Per Amazon e Google, il frazionamento azionario potrebbe anche essere un percorso verso il Dow Jones Industrial Average, un indice azionario di 30 società che tende ad escludere i titoli ad alto prezzo. I vantaggi dell’adesione possono essere un piccolo ma significativo impulso se l’obiettivo è attirare più investitori privati.

A seguito della divisione delle azioni Alphabet annunciata a febbraio, Bank of America ha sostenuto che più azioni di altre società dovrebbero essere suddivise. Questo perché le azioni S&P 500 con un prezzo delle azioni di almeno $ 500 rappresentano più di $ 6 trilioni di capitalizzazione di mercato totale, ovvero circa il 17%. Il valore totale dell’S&P 500. L’idea è che molte aziende potrebbero vedere un maggiore interesse degli investitori se abbassano il prezzo delle azioni. E l’annuncio di Alphabet avrebbe potuto essere il catalizzatore che ha fatto lavorare altre società. “Il recente annuncio di 20 società su una potrebbe attirare l’attenzione di altre società e causare un’impennata”, ha scritto Jared Woodard, stratega di fondi della Bank of American.

Le azioni split stanno andando bene e potrebbero anche aumentare l’indice S&P 500. Le società che storicamente hanno riportato un frazionamento azionario aumenteranno in media del 7,8%. nei tre mesi successivi, che era del 2,1 per cento durante quel periodo. Un anno dopo l’annuncio dell’indice S&P 500, questi titoli sono aumentati del 25%, meglio del 9%. indice. E ora guadagni così forti nelle azioni, che rappresentano una parte così ampia dell’indice, lo aiuterebbero sicuramente a crescere.

Leave a Comment