Design e sistemazione degli interni a Breslavia. Prezzi, date

Informazione chiave (clicca per andare)

La primavera sta arrivando: tempo di rinnovamento. Interior designer: è ancora di moda o è necessario arredare una casa o un appartamento in modo efficiente ed estetico?

Ada Kopczyńska-Wójtowicz: – Vale la pena sostenere te stesso nella vita con esperti. Quando un dente fa male andiamo dal dentista, se vogliamo un taglio di capelli pulito andiamo dal parrucchiere (ride). Possiamo farlo da soli, ma il risultato finale potrebbe essere diverso. È simile alla disposizione di un appartamento. Siamo in grado di sistemare l’appartamento facilmente senza l’aiuto di un progettista perché riteniamo che sarà più economico, ma c’è il rischio che non si preveda qualcosa e si debba aumentare il costo delle riparazioni. L’interior designer si occupa dell’ergonomia, ti dice quali materiali scegliere e come i diversi elementi sono combinati in modo che il tutto appaia coeso. Racconta dove e cosa comprare in modo che la qualità vada di pari passo con il prezzo.

Cosa fa un interior designer?

Vale la pena per un interior designer intraprendere una ristrutturazione generale o meglio arredare un nuovo appartamento o casa?

– Giusto. Un designer d’interni dovrebbe farlo quando sceglie un appartamento da acquistare o nella fase di progettazione architettonica della casa che stiamo costruendo. Questo ci permette di adattare gli interni alle esigenze dei residenti durante la fase di costruzione. Ho clienti che vengono anche da me per consulenze per consigliare sulla scelta di un particolare appartamento perché vogliono assicurarsi che sia adatto a loro. Lavorare con un designer in relazione a una ristrutturazione generale è anche una buona idea per rinfrescare e rinnovare gli interni.

Allora, dove ci aiuta l’interior designer?

– Ecco come appare passo dopo passo: prima faccio un inventario al millimetro più vicino delle stanze. Sfortunatamente, le misurazioni delle stanze degli sviluppatori sono spesso imprecise. Sulla base delle dimensioni raccolte, viene creato un layout funzionale: da una “vista a volo d’uccello” l’appartamento sembra un frigorifero, una lavatrice, un divano, una poltrona, una libreria, ecc. Successivamente eseguirò una visualizzazione 3D con determinati mobili e colori. La fase finale sono i progetti tecnici, compresi elettricità e impianto idraulico, nelle mani dell’appaltatore. Il cliente riceverà anche un budget list, ovvero un elenco di tutti i materiali utilizzati nel progetto che devono essere acquistati: piastrelle, sanitari, mobili, ecc. Sulla base di ciò si può stimare il costo della ristrutturazione.

Quanto costa ristrutturare e progettare un appartamento a Breslavia?

Quali sono i costi da considerare quando si pianifica una ristrutturazione?

– Che si tratti di un monolocale di 35 metri o di un appartamento di 70 metri, i costi fissi sono la cucina, il bagno o le porte interne. Oggi se ne devono contare almeno 3mila per il completamento di una casa di sviluppo insieme al team di costruzione, materiali e attrezzature. zloty per metro quadrato. E sì, un appartamento di 60 mq. devi avere circa 180 mila zloty. È un investimento importante e i prezzi sono aumentati costantemente negli ultimi due anni. Questo è un altro argomento a favore dell’utilizzo dei servizi di un interior designer per aiutarti a sfruttare al meglio il tuo budget.

Il prezzo di un design piatto parte da 150 PLN al metro quadrato (supponiamo che tu debba spendere circa il 2-5% del prezzo di acquisto).

È difficile trovare una squadra sul mercato da un giorno all’altro per rinnovare. Le date sono prenotate con diversi mesi di anticipo. Possiamo trovare un interior designer più velocemente?

– Potrebbe essere un problema. Non ho date libere fino a dicembre. Durante l’anno creo una decina di progetti e la maggior parte di essi avviene spesso contemporaneamente. Nel mio studio, il progetto richiede circa 9 settimane per essere completato e poi circa 3-4 mesi per essere completato.

Il designer mette a disposizione un team per realizzare il suo progetto?

– Questa non è la regola, lavoro con molti team di riparazione e costruzione e altri appaltatori perché monitoro il progetto molto spesso. Grazie a questo, sarò coinvolto nell’intera implementazione dall’inizio alla fine.

Come progettare bene un appartamento?

Per progettare l’appartamento o la casa di qualcuno, devi conoscerlo bene. Come si fa a farlo?

– Ho bisogno di sapere com’è la vita dei miei clienti, come trascorrono le mattine, se vanno in bagno allo stesso tempo, se preparano i pasti a casa o mangiano fuori in città (dimensioni lavello, piano cottura, forno, frigorifero sono importanti qui). Ma ci sono anche piccole cose come le abitudini dei membri della famiglia, che a loro piaccia guardare la TV o rilassarsi ascoltando la musica sul divano. Invitano molti ospiti perché da questo dipende il design del soggiorno o della sala da pranzo: la dimensione del tavolo, il numero di sedie, ecc. Chiedo loro, ad esempio, quanti libri hanno perché ho bisogno di sapere quanto spazio è previsto per loro. Hanno animali domestici o hanno allergie.

Qual è il modo in cui conosci, oppure “apri” il cliente, perché a volte possono essere abitudini e abitudini molto personali ed è difficile parlarne con un ospite?

– Chiedo cosa fanno professionalmente, quali sono i loro hobby. Conoscerò i loro desideri e sogni per quanto riguarda la creazione degli interni. Non intendo solo arredare loro un appartamento, ma anche creare una casa. Dopo la prima discussione, invierò ai miei clienti un questionario con molte domande aggiuntive, ad esempio, preferisci una doccia o una vasca da bagno, vuoi un forno a microonde e una caffettiera in cucina, quali colori ti piacciono e quali tu no. t. Invia loro anche l’ispirazione da Internet che gli piace. Grazie a questo, ho imparato il loro stile.

Non credo che il silenzio chiuso debba colpire un giorno. E poi cosa?

– La parte più difficile è un ometto che non sa cosa vuole nel suo appartamento (ride) e che non ha immaginazione spaziale. Ma poi chiedo molto e mi propongo qualcosa. Di conseguenza, riusciamo a trovare un linguaggio comune – e questa è la base di un progetto di successo.

Stai assistendo a una disputa matrimoniale. So per esperienza che anche scegliere un colore non è facile.

– Le controversie familiari sono abbastanza comuni. Devi ricordare che ogni ristrutturazione provoca molto stress. Sono spesso un intermediario. Spesso devo assumere il ruolo di psicologa e cercare compromessi: scegli il colore della camera da letto, e in ufficio c’è un viola che ami.

E che dire di quelli che vengono dal designer pronto per il loro progetto e dicono che voglio venire qui, questo e quello. E sai che non va bene. E poi cosa?

– Mi giro pazientemente e cerco compromessi. L’ergonomia degli interni è fondamentale per me. Le idee per le stanze grandi non possono sempre essere implementate in quelle piccole. È importante come dovrebbe essere il cosiddetto triangolo di lavoro, quali distanze dovrebbero essere tra il piano di lavoro della cucina e il tavolo, quale dimensione ottimale dovrebbe essere la doccia in bagno e saremo in grado di adattare il bagno dei tuoi sogni?

Quanto combatte il designer perché sa meglio, e quanto si lascia andare e dice, ok, paghi tu, io faccio come ti pare.

– Dipende, a volte combatto ea volte no. Dico: questo non è un posto dove non dovrei perseguire i miei obiettivi di designer. Questo è il tuo appartamento e la tua casa. Tuttavia, cerco sempre di mantenere il mio design buono ed estetico. Ma capita anche che il cliente decida di aggiungere qualcosa al soggiorno che gli piace più di me, il che va bene anche (ride).

Gli stili interni più popolari

Condomini eleganti, progetti autocostruiti o una grande piastrella, quali soluzioni di interior design ti renderanno più divertente?

– Sono cresciuto con i miei nonni in un palazzo del 19° secolo a Ołbin, Breslavia. Lì mi sono innamorato dei condomini. Mi piace anche Przedmieście Oławski perché ci sono molte gemme sconosciute, un vero paradiso per gli interior designer.

Nei condomini mi interessa la loro storia e le opportunità che offrono al progettista. Puoi restaurare i pavimenti del 19° secolo, rivelando un muro o un soffitto in mattoni. Amo l’American Mid-Century Modern della metà del secolo scorso, quando gli interni dovevano essere originali, naturali e caldi e i mobili comodi e funzionali. Oggi sono ancora popolari i seguenti stili: industriale, scandinavo o moderno, ma questi sono spesso slogan invece di sapere di cosa si tratta, quindi “personalizzo il progetto”. Personalmente, ad esempio, non inizio a progettare interni in stile Glamour.

E nella Repubblica popolare polacca puoi impazzire?

– Sicuro. Si tratta di straordinarie metamorfosi che sono chiaramente visibili nelle immagini prima e dopo. Lì puoi organizzare bellissimi interni e, soprattutto, migliorare la funzionalità dell’appartamento, ad esempio separando la parete divisoria o disponendo i mobili in modo diverso.

Durante la sistemazione dell’appartamento, un amico ha preso il progetto da un vicino e ne ha copiato metà a casa. Era contento perché ha detto che non avrebbe trovato una soluzione da solo.

– La più grande soddisfazione per il designer è quando sente il cliente: ehi, puoi impostarlo così e non ci ho pensato (ride).

Parliamo per un’ora e durante questo periodo hai ricevuto alcune chiamate dalla fabbrica di pietre, dal team di costruzione e dall’impianto di miscelazione delle vernici. Brevi discussioni professionali, spiegazioni dettagliate e poche istruzioni. Come si diventa interior designer?

– Il mercato rafforzerà le tue capacità. Se i clienti aspettano in fila perché gli piace quello che stai facendo, è già un grande successo. Sono uno psicologo qualificato e un coach certificato ICF. Ho lavorato per 15 anni in grandi aziende e questa esperienza di business ora vale per me. L’interior design è sempre stata la mia passione fino a quando non sono finalmente maturato per farlo professionalmente. I parenti me lo hanno fatto credere, così ho avviato un’attività, ho aperto uno studio di interior design e faccio ciò che amo.

Puoi imparare l’estetica e il buon gusto? Perché queste non sono scienze esatte, dove due più due fa quattro, e non c’è polemica.

– (ride) In effetti, non puoi impararlo. Certo, puoi conoscere le tendenze e le proprietà dei materiali, ma il fatto che tu sappia come combinare tutto in modo che il risultato finale piaccia agli altri è un’altra questione.

Leave a Comment