Casa nello stile di una villa modernista del 20° secolo

Casa in mattoni a tre piani (seminterrato sotto la parte vecchia); la parte prima dell’edificio è stata realizzata con tecnologia in muratura a tre strati, spessore 38 cm (mattoni forati in ceramica e blocchi di cemento cellulare), la parte nuova – con pareti a due strati in blocchi ceramici porosi di spessore 25 cm e polistirene di spessore 15 cm ; tetto piano ricoperto di carta catramata.

  • Terreno: 1200 m2.
  • Superficie della casa: 346,10 m2.
  • Costi di manutenzione dell’immobile 2021: 18 630 PLN.

Inizialmente i genitori di Piotri vivevano in un cubo a un piano con tetto piano. Successivamente vi aggiunsero un alto solaio, appena sopra il seminterrato, e lo coprirono con un tetto spiovente. Vivevano in un isolato più carino per diversi anni e si divertivano in una città suburbana molto antica con alberi di pino. Purtroppo anche l’edificio ampliato alla fine non rispondeva più ai moderni standard tecnici e funzionali, quindi si decise di venderlo.

Il ragazzo non voleva cedere il posto a mani straniere: lui e sua moglie lo acquistarono, lo ristrutturarono, lo ampliarono e poi si trasferirono. Come dice l’attuale proprietario – “Nella casa dei miei genitori, abbiamo apprezzato la migliore posizione e le infrastrutture locali, nonché l’accesso alla rete fognaria e al gasdotto, perché era faticoso utilizzare una fossa settica e il riscaldamento nel camino nel palazzo in cui vivevamo in quel momento.”


Il telaio attuale è progettato in uno stile modernista. I proprietari l’hanno rifinito con intonaco ai silicati resistente e poi hanno impiantato sulle pareti una vite a tre foglie che ricopre e riduce visivamente l’ampio fronte.

Macchia a forma lunga

In primo luogo, Anna e Piotr hanno ordinato un’ispezione tecnica della casa dei loro genitori. Indicava che potevano lasciare solo una parte del piano terra nel seminterrato, le restanti partizioni (compreso il sottotetto) dovevano essere demolite. Su questa base, insieme all’architetto, hanno iniziato a progettare un nuovo telaio – l’hanno finito la natura del paese è particolarmente adatta a questo borgo, che ricorda una villa suburbana degli anni ’30. Tuttavia, la sua forma compatta, come suggerivano i primi disegni, non gli si addiceva e il primo incontro concettuale in poche ore si sarebbe rivelato infruttuoso. Erano solo felici della sua ultima versione della natura dicendo: “Se l’avessi progettata per me, la casa sarebbe stata così”.

Piantina del piano terra
Pianta del piano terra dopo le modifiche

Architettura: autore del piano di ampliamento – Andrzej Popławski; Pianta del piano terra e planimetria dopo le modifiche

– Questo schizzo disegnato a mano veloce era un toro, sebbene differisse dai nostri riferimenti originali – dice Anna. – La differenza principale era che invece di una cornice compatta, l’architetto ne disegnò una ben tesa. Ha sostenuto che all’interno doveva essere consentita quanta più luce possibile: una tale forma poteva essere ottenuta su una trama allungata. La cornice intagliata ha uno stile modernista (ci sforziamo per questo). Già nel disegno originale lo copriva con un tetto piano, teneva conto anche delle finestre orizzontali e rotonde (l’unica cosa che ho cambiato in generale in seguito sui vetri è stata che ho rinunciato alle muntines perché volevo vedere solo il giardino dalle cornici).

Ci è stato convenuto che la prima parte dell’edificio (comprese le antiche mura) fosse piuttosto ampia e coprisse una parte edificata più stretta di passanti, con un ampio terrazzo a sud. Questa disposizione garantiva una netta separazione dalla strada, dall’area ricreativa e dalla privacy della trama. Nel successivo lavoro di progettazione, abbiamo approvato il seguente programma applicativo. Per il seminterrato esistente di 50 m2, l’architetto ha progettato un locale caldaia e un ripostiglio, una sala ricreativa con home theater, un ingresso e una scala.

Al piano inferiore all’interno del vecchio edificio – ingresso, ufficio, camera degli ospiti, bagno e scala, nella parte aggiunta – cucina e zona pranzo, situata due scale più in alto del soggiorno (per questo c’è un open space). Al primo piano – ingresso, bagno, due camerette e una cameretta. Quando ho dato alla luce il mio terzo figlio, uno dei miei figli ha preso la camera degli ospiti al piano terra (ne è molto soddisfatta) e ha trasferito l’ufficio con accesso alla terrazza in una camera degli ospiti (compresa una sala da musica) e temporaneamente per lavorare (mia madre se ne occupa durante le visite più lunghe). L’edificio così disposto sembrava esteticamente gradevole e offriva un appartamento funzionale, sebbene non comprendesse un garage (Il fronte era difficile da integrare, avevamo pianificato di costruire un rifugio separato).

L'ingresso della casa è in una nicchia sotto il tetto del piano terra

Hanno installato una porta davanti all’ingresso principale della casa, situato in una rientranza sotto il tetto del piano terra. L’autore del progetto di ampliamento ha posto in primo piano uno snello pilastro alto a due piani. Ha decorato la spaziosa facciata con finestre orizzontali.

Ad est del blocco scolpito, il frammento più basso presenta un soggiorno con ampie finestre, sopra di esso un terrazzo accessibile dalla camera da letto.

Ad est del blocco scolpito sul lato est si trova il soggiorno con ampie finestre, sopra di esso un terrazzo accessibile dalla camera da letto. Il camino è servito da un alto camino centrale.

Soggiorno con home theater nel seminterrato

Nel seminterrato incassato, i proprietari hanno allestito una sala ricreativa con un home theater.

Proroga con appaltatore principale

L’architetto ha progettato una struttura basata su pilastri in cemento armato con un tetto e un soffitto e pareti che riempiono gli spazi tra di loro. I proprietari hanno assunto un appaltatore generale esperto per montarlo. Dovevano essere sicuri che avrebbero affrontato l’insolito compito, anche con professionalità, di approfondire il pavimento esistente fino a 80 cm al livello -1 (hanno deciso che il seminterrato nella versione precedente era troppo basso per gli adulti, stavano andando organizzare una sala ricreativa con una sala cinema). I lavori di fondazione e altri lavori più e meno complessi (es. tetto piano ampio) sono stati eseguiti dal team sulla base di piani dettagliati. Ci sono voluti tre anni per cambiare l’edificio.

I proprietari ammettono che quando l’edificio a due piani è stato rifinito con intonaco di silicato chiaro, ha dato l’impressione di entrare in modo aggressivo in un ambiente verde. Questo perché è piuttosto alto e lungo, copre l’intera area edificabile consentita della proprietà. Ecco perché Anna ha agito per impedirlo: ha piantato una tosse Virginia a tre strisce lungo la facciata. Il codardo ha ammorbidito il profilo dell’edificio ei vicini hanno smesso di chiamarlo il “nido del lupo” (semplicemente non hanno mai visto quanto fosse bello scolpito dal lato del giardino).

Dietro la grande cucina scorrevole in vetro e la zona pranzo, accanto alla terrazza di 45 m2

La casa è volutamente abbastanza lunga da far entrare quanta più luce possibile. Nella parte aggiunta, dietro l’ampia vetrata scorrevole, si trova la cucina e la zona pranzo, accanto a loro c’è una terrazza di 45 m2. Il frontale più ampio protegge gli occhi dei passanti che riposano sul terrazzo.

La facciata è ricoperta da una vite a tre foglie

Nella parte anteriore dello scafo c’è un frammento del seminterrato di un vecchio edificio (prima di costruire la casa, Anna e Piotr hanno demolito il resto).

Contrasto di “caldo” e “freddo”

Il proprietario si è occupato degli interni senza l’aiuto di un interior designer, ha utilizzato materiali pregiati di alta qualità.

– Volevo creare un arrangiamento armonioso e pacifico che calma i sensi e resiste alla moda casual – dice il proprietario. – Ho scelto materiali resistenti e durevoli. È il caso, ad esempio, delle piastrelle per pavimenti in basalto, con le quali stavo per rifinire gran parte del pavimento con riscaldamento a pavimento al piano di sotto – nel corridoio, nella cucina e nella sala da pranzo.

Il colore antracite intenso della pietra fa da contrasto, uno sfondo scuro al resto degli interni, dove ho usato molto rovere chiaro come ingranaggio, come il parquet nel soggiorno, i mobili (o impiallacciatura) nella sala da pranzo e cucina. Ho limitato la quantità di materiali di finitura utilizzati per “scaldare” il legno e “freddare” la pietra (sono identici in tutto l’edificio). Ho fatto lo stesso quando ho scelto i colori degli elementi permanenti: ho usato intonaco e vernice ceramica resistente in bianco, vaniglia e sfumature di grigio per rifinire le pareti. Ho cercato di rendere le stanze del primo piano un po’ più vivide nelle tonalità: sono anche dominate dal rovere, ma ho aggiunto tappeti e mobili imbottiti in colori vivaci.

Ho dato alle facciate un aspetto elegante e neutro. L’intonaco ai silicati è adatto per ambienti forestali, ha una tonalità grigio chiaro. Per armonizzare i colori ho ordinato i telai delle finestre in legno Meranti in grigio dalla tavolozza RAL 7030. La stessa marcatura ha un’impiallacciatura simile al legno sulle porte interne ed esterne. Insieme a mio marito abbiamo deciso di utilizzare installazioni standard, ma a causa delle grandi vetrate, ad esempio, abbiamo ordinato vetri basso emissivi con rivestimento solare (l’isolamento termico è buono, l’aria all’interno dell’edificio è gradevole – d’estate non pensiamo circa l’aggiunta dell’aria condizionata, in inverno non è necessario operare ad alta velocità).

La cucina ha una zona pranzo e una vista sul soggiorno

Il pavimento del salone aggiunto ha due livelli ed è separato da due gradini. In cucina e sala da pranzo Anna ha utilizzato piastrelle di basalto (le macine di pietra erano impregnate), nel soggiorno parquet in rovere chiaro (oliato).

Il soggiorno con ampie vetrate scorrevoli si affaccia su un terreno alberato

Il soggiorno con ampie vetrate scorrevoli si affaccia su un terreno alberato.

Cucina e zona pranzo, porta d'ingresso della casa lontano

I soggiorni, compresa la zona pranzo e la cucina, sono spaziosi e luminosi. In questa zona sono particolarmente visibili i trattamenti di design del proprietario, ad esempio una combinazione di basalto scuro “freddo” sul pavimento e mobili in rovere chiaro “caldo”.

La stanza degli ospiti (musica) nella parte vecchia della casa è stata decorata con un dipinto di Anna Stanisław Baj.

La stanza degli ospiti (sala della musica) nella parte vecchia della casa è decorata con un dipinto di Stanisław Baj (ha appeso altre opere di questo artista, ad esempio nel soggiorno).

Prezzi per alcuni collegamenti, installazioni, attrezzature:

  • Camino aperto – 4.000 PLN.
  • Sistema di riscaldamento a gas in linea – circa PLN 56.000.
  • Finestre scorrevoli HS (10 pz) – circa 60.000 PLN.

Costi e dove puoi risparmiare sulla corsa

La manutenzione della casa nel 2021 è stata costosa 18 630 PLN.

Il gas è stato addebitato online 7 000 PLNconsumo elettrico 6000 PLNapprovvigionamento idrico e acque reflue scaricate nella rete fognaria pubblica 2000 PLN (così come l’irrigazione del giardino). Servizio di gestione dei rifiuti 2172 PLN.

Altri pagamenti: assicurazione edilizia 900 PLN; Imposta patrimoniale 558 PLN.

Le decisioni giuste e i consigli dei proprietari

  • Anna: Sono particolarmente soddisfatto della posizione. Vive qui comodamente, è tranquillo e verde. Questo mi compensa per la mancanza di vista sul sole al tramonto (che ho notato nella trama precedente) e la quantità di lavoro necessaria per mantenere il prato sotto i pini. Anche la manutenzione della casa nella zona boschiva è piuttosto pesante. Dal tetto piatto e lungo, dal balcone e dal terrazzo puliamo regolarmente i detriti (aghi, coni, rami) che cadono dagli alberi. Fortunatamente, il tetto può sopportare il peso di uno strato molto spesso di neve e ghiaccio, quindi non è stato necessario gettarlo via, grazie alla struttura durevole progettata con cura dall’architetto. Questo è qualcosa a cui prestare attenzione. Anche se abbiamo usato tubi antigelo nelle grondaie, non c’è bisogno di metterli – l’acqua piovana sta andando bene. Ho preferito far scorrere i tubi sulle facciate perché l’opzione a scomparsa li rende di difficile accesso e comporta danni locali all’intonaco. Mi dispiace che non abbiamo inviato l’acqua piovana nel serbatoio e non la usiamo per irrigare il giardino.
  • Vi incoraggio a rivedere attentamente ogni progetto. Ad esempio, al piano di sotto, il gradino più basso delle scale inizialmente andava verso la via di comunicazione, quindi ero preoccupato per la sicurezza degli utenti. Un’altra modifica che ho chiesto all’architetto è stata di sostituire il pilastro accanto al bagno al piano terra con una trave.
  • Non abbiamo cambiato la natura dell’impianto di riscaldamento. Come prima, la casa è riscaldata dal gas di rete. Tuttavia, abbiamo modernizzato i suoi componenti: gli esperti hanno installato una caldaia a condensazione, uno scaldabagno da 200 l, riscaldamento a pavimento, termoconvettore e riscaldatori a condotto (accanto alle finestre del soggiorno). Oggi, in costruzione, userei la ventilazione meccanica con recupero di calore perché fa risparmiare sui costi di riscaldamento e permette di filtrare l’aria.

Fornitore: Lilianna Jampolska

Leave a Comment