Gli imprenditori devono garantire la disponibilità di prodotti e servizi

  • In Polonia è in corso di elaborazione la legge di attuazione della Direttiva UE sull’accessibilità (EAA). Questa volta le disposizioni si applicano anche ai privati.
  • Per adattarsi bene ai cambiamenti futuri, le aziende devono ora avviare i preparativi adeguati, ad es. Attraverso la formazione e la consulenza finanziate dall’UE – ritiene Konfederacja Lewiatan.

La legge sull’accessibilità è attualmente allo studio è migliorare la situazione di 4,7 milioni di persone con disabilità e 9,7 milioni di anziani, tra gli altri.

L’obiettivo della direttiva sull’agricoltura è creare un quadro coerente e moderno per l’accesso a prodotti e servizi. La sua introduzione in tutti i paesi dell’UE garantirà che i requisiti delle aziende che operano nel mercato dell’UE siano chiari e accessibili ai consumatori.

Lo scopo dell’EAA è sostenere l’eliminazione delle barriere esistenti all’accesso ai prodotti e servizi più comuni. Gli obblighi di applicare i requisiti di accessibilità si applicano alle società che forniscono prodotti o servizi elencati nella direttiva. Si applica a prodotti e servizi quali: hardware per computer, smartphone, bancomat, terminali di pagamento, servizi di e-commerce, servizi bancari al dettaglio, informazioni digitali nel trasporto passeggeri.

L’accessibilità è più spesso utilizzata da persone con bisogni speciali. Questa è una condizione preliminare per la loro piena partecipazione alla vita sociale, professionale ed economica. Attualmente è in discussione la Legge sull’accessibilità, le cui disposizioni, ai sensi della RIA, si applicano ad es. 321 153 industrie operanti nei seguenti settori:

hardware del computer e relativi sistemi operativi,

– terminali di pagamento (sia hardware che software),

– terminali self-service interattivi,

– apparecchiature di consumo utilizzate per utilizzare i servizi di comunicazione elettronica,

– apparecchiature di consumo per l’utilizzo di servizi di media audiovisivi,

– lettori di libri elettronici,

– servizi di comunicazione elettronica, compresi annunci di emergenza,

– accesso ai servizi di media audiovisivi,

– servizi digitali relativi al trasporto passeggeri (aereo, autobus, ferroviario, navigabile),

– servizi bancari al dettaglio,

– e-book e loro software,

– Acquisti online.

Le aziende polacche devono già essere preparate alle nuove normative e ai cambiamenti nei metodi operativi. Raccomando di sfruttare le opportunità e i materiali disponibili per aiutarti ad adattarti ai futuri cambiamenti della legge per garantire l’accessibilità, commenta Małgorzata Lelińska, Direttore dei Fondi UE e dell’Educazione Digitale presso la Confederazione Lewiatan.

Uno di questi è un materiale informativo intitolato “Elenco di esempi di applicazione delle norme di accessibilità” redatto su richiesta del Ministero delle Finanze e delle Politiche Regionali. Esistono esempi di utilizzo di standard con descrizioni e immagini relative a spazi pubblici, monumenti, infrastrutture turistiche, aree ricreative, materiale rotabile e infrastrutture di trasporto pubblico, illuminazione e persino servizi digitali. Il materiale è reperibile sul sito web di Accessibility Plus.

Le aziende possono anche beneficiare di formazione e consulenza sull’uso delle tecnologie assistive e compensative e sulla progettazione generale per commercializzare prodotti e servizi per persone con bisogni speciali. – Gli imprenditori si aspettano ancora servizi di sviluppo per un valore superiore a 27 milioni di PLN in progetti realizzati dagli operatori. È importante che i costi di formazione e consulenza siano coperti al 100% dai fondi dell’UE e che questi servizi possano essere utilizzati anche dalle grandi aziende – aggiunge Małgorzata Lelińska.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web dell’Agenzia polacca per lo sviluppo delle imprese: https://www.parp.gov.pl/component/grants/grants/dostepnosc-szansa-na-rozwoj-oferta-dla-przedsiebiorcow

Leave a Comment