Dall’altro metal al rap non scontato

Amenra (7 agosto)

Nel 21° secolo, il metallo ha subito una metamorfosi. L’abbigliamento da corsa è finito, la corsa per chi suona più veloce e suona più minaccioso è finita ed è iniziata la ricerca della spiritualità. Gli Amenra sono in prima linea in questa rivoluzione e, sebbene la loro musica sia composta da ingredienti ben noti (da doom metal e fanghi a hardcore e black), non solo suona originale ma crea anche un’aura di rituale antico che consuma energia. dalla natura durante i concerti. Questa band belga è probabilmente la più talentuosa e originariamente protetta dai Neurosis, anche se il loro ultimo album, l’eccellente “The Doorn” (2021), non è stato pubblicato sotto Neurot Records, ma sotto Relapse.

Guarda il video
“Questo festival non importa quello che dici, è quello che suoni.” Intervista ad Artur Rojek

Charlotte Adigéry e Bolis Pupul (7 agosto)

“Tropical Dancer”, un CD di debutto congiunto di un belga caraibico e un belga di origine cinese, coprodotto con Soulwax, è un album la cui uscita potrebbe essere stata omessa. Ma non è niente, si tratta del riassunto dell’anno, dato che il mondo dei club aspettava un record del genere da anni. Materiale originale e di successo allo stesso tempo, divertente e divertente, ma allo stesso tempo che ti costringe a pensare con coraggio su argomenti importanti e difficili. Accettazione culturale, odio per le donne, razzismo, postcolonialismo, correttezza politica – eppure puoi pensare e ballare. Sia la loro performance congiunta che il set da solista di Bolis ti stanno aspettando OFF.

asma (5 agosto)

Mateusz Wardyński è un rapper di Bielsko-Biała con una dimensione generazionale e una base di fan – i bambini lo ascoltano perché parla per loro e per i loro genitori perché sono colpiti dall’abbraccio politico e sociale del giovane artista e della sua vecchia scuola. stile, trai una manciata da questo, il meglio dell’hip hop del 20° secolo. In “Manifesto”, l’esordio per l’asma con i colori dei Def Jam, gli ospiti sono KRS-One, la leggenda del rap americano. Bene, quando inizia così, c’è paura di pensare a cosa succederà dopo.

“Per noi Nalepa è un artista che ha scritto canzoni, non un monumento a cui non ci si dovrebbe avvicinare”.

Georgia (6 agosto)

Il suono originale in metallo polacco, anche se non è più solo metallo. Aria fresca, anche se qui qualcosa puzza. Una band fatta di provocazioni, lampi di genio e assurdità ai concerti e Internet su un troll. Georgia prende in giro i cliché del black metal (e non solo) in un ambiente che prende l’immagine molto sul serio, provocando eccitazione e ruggito ostile. Georgia ha pubblicato tre album, l’ultimo dei quali è una colonna sonora di un gioco che simula un prete. Alla Georgia non importa cosa scriviamo su di loro qui.

Jpaj Stajl (7 agosto)

Per quanto riguarda i tempi, tipo Cracovia Bardi. Un progetto hip-hop al limite della vita, con i suoi picchi euforici e alti e bassi dolorosi. E tutto questo in sottofondo che rompe i cappelli, con ritornelli che non ti lasceranno a lungo e testi fantastici. I loro album – “Lato w Ghettcie”, “Melodrama” e “Golden Shot” – ritraggono una città che non vedrai durante una gita scolastica alla Piazza del Mercato e al Wawel.

Lordofon (5 agosto)

Il progetto Varsavia, con il rapper Maciej Poreda e il produttore Michał Jurek, offre una panoramica del loro fascino musicale – dal nuovo rap alla chitarra pop nostalgica e alla musica indie rock. Nell’autunno del 2020, hanno pubblicato un eccellente debutto chiamato “Koło”, ma la vita continua ed è finalmente giunto il momento di mostrare questo materiale ai festival OFF.

Jakub Skorupa (5 agosto)

I “treni merci” lo hanno portato da dietro il tavolo della compagnia sul palco del nostro festival. La canzone con questo nome fu l’inizio del viaggio di Jakub Skorupa verso la vita che desiderava, ma non osava raggiungerla. L’album di debutto “First Book” uscito questa primavera per l’etichetta Universal Music dimostra che abbiamo sul palco un altro cantautore con grande sensibilità, talento letterario, ma anche capacità di comporre canzoni che toccano solo il cuore.

Jakub SkorupaJakub Skorupa: Non ti incoraggio a fare licenziamenti collettivi. Ma sostengo chiunque cerchi se stesso

Mezza estate (7 agosto)

La vetrina dello shoegaze britannico e delle pop star da sogno è una lunga e bella tradizione ai festival OFF. Ma invece di lodare gli altri, vale la pena esplorare i tuoi: i Midsommar sono una band di Varsavia con una breve esperienza ma un ampio orizzonte. Il loro EP di debutto “The Dream We Had” è la colonna sonora perfetta per un stantio pomeriggio d’agosto. E se piove? Insieme sfuggiamo alla pioggia in questo bellissimo sogno.

Frank Leen (5 agosto)

“Farò un museo, spero che vi piaccia” – si presenta Frank Leen su Facebook. Ci è piaciuto e crediamo che piacerà ad altri. Tobiasz Fryzowicz è un produttore, chitarrista e cantante che si sente a suo agio nella ricerca di ballate hip-hop come indie rock. Ha registrato con Szczyl, Young Igim e Gedz, ma soprattutto scrive la sua storia. Prima che tutti lo conoscano dalla cima delle liste, lo vedrai da vicino a Katowice.

Mura Masa

Alexander Crossan aveva poco più di 20 anni quando ha pubblicato il suo album di debutto ed è stato immediatamente nominato per un Grammy come miglior album dance/elettronica. Non c’è da stupirsi che questo produttore e DJ britannico sappia davvero come portare le persone sulla pista da ballo. Lo ha mostrato sia con registrazioni originali (il terzo grande materiale in arrivo!), sia con remix e produzioni per altri artisti da Ariana Grande a Stormzy, Perfume Genius a Lady Gaga e Blackpink.

Bedo

“Sono un idolo per molti, ma sono spazzatura per me stesso” – questa è una delle poche righe della “Rivoluzione romantica” che osiamo citare in un comunicato stampa e allo stesso tempo una buona introduzione alla mondo controverso di Boris Przybylski. Il rapper di Bydgoszcz collega il boccale di strada con una poesia sublime, ridendo tra le lacrime e spegnendo la sua rabbia con il lirismo. “Posso solo dirti di combattere, sono un esempio che puoi ottenere tutto” è vero. Ha 24 anni ed è uno dei rapper polacchi più popolari, facile da misurare con un diamante, due platinati e un piatto d’oro.

Jaubi

Un quartetto pachistano che mescola musica tradizionale della loro zona con jazz spirituale e hip-hop. Con il suo album di debutto “Nafs at Peace”, ha anche unito le forze con il pianista polacco Marek “Latarnik” Pędziwiatr (lo conosci da EABS e Błota) e il sassofonista britannico Tenderlonious. Insieme, hanno tradotto gli insegnamenti del Corano nel linguaggio spirituale e universale della musica. “Naft at Peace” è materiale elogiato da Pitchfork, “The Guardian” (album del mese!), “DownBeat” o Bandcamp – e la prima del suo concerto è OFF!

Il festival è ospitato dalla città di Katowice. OFF Festival a Katowice 2022 si terrà dalle 5 alle 7. Agosto tradizionalmente nella Valle dei Tre Stagni. In precedenza sono stati pubblicati anche: Iggy Pop, Central Cee, Metronomy, Rina Sawayama, Bikini Kill, DIIV, ROMY, Papa Dance gra “Below Critics”, Alyona Alyona, Kacperczyk, Pi’erre Bourne, Yves Tumor & Its. Band, Altin Gün, Molchat Doma, Dry Cleaning, Q, WaluśKraksaKryzys gra “MiłyMłodyCzłowiek”, Prospa, DJ Seinfeld presenta Mirrors: Live, Erika de Casier, Myd (LIVE BAND), Natalie Bergman, Arooj Aftab, Yard Act Kourtesis, Ela , Mdou Moctar, The Armed, Jaubi, Crows, Squid, Lex Amor, Dukey e altri.

Leave a Comment